Griglia per la Valutazione degli Apprendimenti

Viene riportata la tabella di corrispondenza tra voti, espressi in decimi, e livelli di apprendimento, per la valutazione, intermedia e finale, e utilizzata comunque in ogni momento del processo di valutazione, come deliberata dal Collegio dei Docenti.

I voti indicati in tabella non devono essere utilizzati per sanzionare comportamenti che ricadono nella sfera di competenza del Regolamento di disciplina.

LIVELLO E VOTO

DESCRITTORE DEL LIVELLO DI APPRENDIMENTO

RIFIUTO

Voto: 1

Non si evidenziano elementi accertabili per il sostanziale rifiuto, da parte dell’allievo, di ogni preparazione nella disciplina e per la mancata partecipazione alle verifiche.

PREPARAZIONE

NULLA

 

Voto: 2

Dispone di conoscenze/competenze tali da non consentirgli di dare alcun tipo di contributo al lavoro in classe né di svolgere alcun tipo di consegna domestica.

È incapace di eseguire compiti anche semplici; ha gravissime lacune di base, non fa progressi.

Nulla è la capacità di applicazione delle scarse conoscenze.

La rielaborazione dei contenuti è assente.

Non riesce a produrre un testo comprensibile.

NETTA IMPREPARAZIONE

 

Voto: 3

Dispone di conoscenze/competenze tali da non consentirgli di dare alcun contributo significativo al lavoro in classe né di svolgere le consegne domestiche.

Ha conoscenze assai limitate e disorganiche, fatica ad eseguire compiti anche semplici.

Applica le scarse conoscenze commettendo gravi e frequenti errori.

Non sa presentare nemmeno in modo ripetitivo le proprie scarse conoscenze.

Commette numerosi e gravi errori con scarsa padronanza dei termini specifici.

GRAVEMENTE INSUFFICIENTE

 

Voto: 4

Dispone di conoscenze/competenze tali da consentirgli di dare solo sporadicamente un contributo significativo al lavoro in classe e di svolgere le consegne domestiche in modo incompleto e scorretto.

Ha conoscenze frammentarie e superficiali, commette errori nell’esecuzione di compiti anche semplici.

Applica le sue conoscenze commettendo gravi errori e non riesce a condurre analisi in modo autonomo.

Non sa sintetizzare le proprie conoscenze; è in difficoltà nel compiere collegamenti.

Utilizza una terminologia specifica della disciplina in modo povero ed inadeguato.

INSUFFICIENTE

 

Voto: 5

Dispone di conoscenze/competenze tali da consentirgli di dare sporadicamente un contributo limitato, ma pertinente al lavoro in classe e di svolgere le consegne domestiche in modo incompleto e non sempre corretto.

Ha conoscenze non approfondite o frammentarie degli argomenti fondamentali e commette errori nella comprensione.

Commette errori non gravi, ma frequenti sia nell’applicazione che nell’analisi.

Non è autonomo nella rielaborazione delle conoscenze e sintetizza in modo frammentario; sa compiere collegamenti solo se guidato.

Usa un linguaggio parzialmente improprio ed espone con argomentazione limitata e non ben strutturata.

SUFFICIENTE

 

Voto: 6

Dispone di conoscenze/competenze tali da consentirgli di dare un contributo pertinente, anche se limitato al lavoro in classe e di svolgere le consegne domestiche in modo essenziale e corretto negli aspetti fondamentali.

Ha conoscenze non molto approfondite e comprende contenuti, principi e regole almeno nei loro tratti essenziali e fondamentali.

Sa applicare generalmente le sue conoscenze ed è in grado di effettuare analisi parziali con qualche errore.

È impreciso nell’effettuare sintesi, ma evidenzia qualche spunto di autonomia nella rielaborazione delle conoscenze.

Possiede una terminologia accettabile ma l’esposizione appare ancora non bene organizzata.

BUONO

 

Voto: 7

Dispone di conoscenze/competenze tali da consentirgli di dare un contributo generalmente pertinente al lavoro in classe e di svolgere le consegne domestiche in modo accettabile.

Conosce con sufficiente precisione gli elementi fondamentali delle problematiche affrontate.

Sa applicare le sue conoscenze e sa effettuare analisi sufficientemente complete.

Elabora in modo autonomo le conoscenze e sa effettuare sintesi con accettabile autonomia.

Espone con chiarezza e terminologia appropriata testi normalmente ben organizzati.

DISTINTO

 

Voto: 8

Dispone di conoscenze/competenze tali da consentirgli di dare un contributo pertinente al lavoro in classe e di svolgere le consegne domestiche in modo preciso e puntuale.

Ha una conoscenza completa e precisa delle tematiche affrontate.

Utilizza in maniera appropriata le informazioni in suo possesso; non commette errori nell’esecuzione dei compiti complessi, ma incorre in qualche imprecisione.

Sa effettuare analisi e sintesi complete e approfondite e con qualche aiuto; è in grado di effettuare valutazioni autonome coerenti. Sa applicare i contenuti e le procedure in compiti complessi incorrendo solo in qualche lieve imprecisione.

Utilizza la terminologia specifica della disciplina in modo lineare ed adeguato.

OTTIMO

 

Voto: 9

 

Dispone di conoscenze/competenze tali da consentirgli di dare un contributo ricco e pertinente al lavoro in classe e di svolgere le consegne domestiche in modo autonomo ed originale.

Conosce con sicurezza la materia e la inquadra in una visione organica.

Non commette errori né imprecisioni nell’esecuzione di compiti; applica le procedure e le conoscenze in situazioni nuove senza errori.

Coglie gli elementi di un insieme e sa stabilire relazioni tra di essi; sa organizzare in modo autonomo le conoscenze e le procedure acquisite; è capace di valutazioni indipendenti e complete, introducendo pertinenti considerazioni personali.

La terminologia specifica della disciplina è completa e precisa.

ECCELLENTE

 

Voto: 10

Dispone di conoscenze/competenze tali da consentirgli di dare un contributo costante, ricco e stimolante al lavoro in classe e di svolgere le consegne domestiche in modo autonomo ed originale, arricchendole con percorsi di ricerca personale.

Conosce e comprende contenuti anche complessi, principi e regole padroneggiandoli con sicurezza e razionalità.

Sa applicare le conoscenze ed effettuare analisi complete ed approfondite operando collegamenti efficaci anche a carattere multidisciplinare.

Applica le conoscenze con facilità, trovando soluzioni originali e non già strutturate ai problemi. Sa compiere con sicurezza procedimenti di analisi e sintesi.

Si esprime con proprietà di linguaggio e sicura argomentazione compiendo valutazioni critiche; utilizza eccellentemente la terminologia della disciplina.

 

 Griglia per la Valutazione della Religione Cattolica

 

GIUDIZIO

DESCRITTORE DEL LIVELLO DI APPRENDIMENTO

OTTIMO

Collabora nell’attività scolastica con proposte personali, fornendo stimoli alla riflessione e all’approfondimento. Conosce e comprende contenuti anche complessi, eseguendo collegamenti interdisciplinari con sicurezza. Si esprime con proprietà di linguaggio e con valutazioni critiche.

BUONO

Partecipa all’attività con impegno costante. Sa effettuare analisi e sintesi complete e approfondite, col supporto dell’insegnante. È in grado di esprimere valutazioni autonome

DISCRETO

Sa applicare le sue conoscenze e sa effettuare analisi in maniera più che sufficiente. Opera con una certa autonomia nelle attività di elaborazione e di sintesi.

SUFFICIENTE

Partecipa sufficientemente all’attività proposta, anche se a volte dimostra poco interesse per il lavoro in classe. Sa applicare genericamente le sue conoscenze ed è in grado di effettuare analisi parziali, evidenziando qualche spunto personale.

INSUFFICIENTE

Partecipa alla lezione con poco interesse; si distrae frequentemente; disturba i compagni. Dimostra di aver acquisito in modo parziale e frammentario gli elementi essenziali della disciplina e di non saper procedere a corretta applicazione.

 

 

Criteri di attribuzione del voto di condotta

La condotta verrà valutata dai Consigli di Classe in conformità a quanto disposto dalla seguente griglia di valutazione.

Indicatori per l’attribuzione del voto di condotta

Gli indicatori presi in considerazione sono desunti da: Regolamento di Istituto, Competenze chiave di cittadinanza, Patto di corresponsabilità e sono:

  • comportamento, inteso come rispetto verso gli altri (Dirigente, Docenti, Personale ATA, Compagni), verso il Regolamento di Istituto, le norme di sicurezza e verso le attrezzature e l’ambiente scolastico
  • autonomia e responsabilità, capacità di sapersi inserire in modo attivo e consapevole nella vita sociale, possesso di un certo grado di autonomia personale e di responsabilità nell’assolvere gli obblighi scolastici rispettando le scadenze.
  • collaborazione e partecipazione: capacità di interagire in gruppo comprendendo i diversi punti di vista, valorizzando le proprie e le altrui capacità, gestendo la conflittualità e contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive rispettando i diritti fondamentali degli altri.
  • regolarità della frequenza: assenze ingiustificate, ritardi abituali, assenze, ritardi e uscite anticipate in coincidenza di verifiche programmate, puntualità nel giustificare assenze/ritardi.

In parziale deroga al requisito della partecipazione, il consiglio di classe potrà attribuire il dieci anche a studenti che, per propria indole, non presentino una partecipazione attiva ma la cui condotta risulti comunque eccellente e risponda a tutti gli altri requisiti di seguito previsti.

COMPORTAMENTO E RISPETTO DELLE REGOLE

Rispetto degli altri

E’ sempre molto corretto nei confronti di docenti, personale ATA e compagni.

10

E’ sempre corretto nei confronti di docenti, personale ATA e compagni.

9

E’ generalmente corretto nei confronti di docenti, personale ATA e compagni.

8

Non è sempre corretto nei confronti di docenti, personale ATA e compagni.

7

E’ scorretto nei confronti di docenti, personale ATA e compagni.

6

 

Rispetto delle norme del Regolamento d’istituto, delle disposizioni organizzative e di sicurezza, delle attrezzature e dell’ambiente

Rispetta in modo esemplare il regolamento d’istituto e le norme di sicurezza. Ha massimo rispetto delle attrezzature e dell’ambiente scolastico.

10

Rispetta il regolamento d’istituto, le norme di sicurezza e non ha a suo carico né richiami verbali né provvedimenti disciplinari. Dimostra un atteggiamento attento nei confronti delle attrezzature e/o dell’ambiente scolastico.

9

Rispetta il regolamento d’istituto e le norme di sicurezza, ma talvolta riceve richiami verbali. Non sempre dimostra un atteggiamento attento alle attrezzature e/o all’ambiente scolastico.

8

Talvolta non rispetta il regolamento d’istituto e le norme di sicurezza, riceve frequenti richiami verbali e/o scritti. Utilizza in modo non sempre adeguato il materiale e le attrezzature dell’ambiente scolastico.

7

Ha a suo carico episodi di inosservanza del regolamento d’istituto e/o delle norme di sicurezza, con conseguenti sanzioni (richiami scritti o un provvedimento di sospensione).Utilizza in modo non rispettoso il materiale e le attrezzature dell’ambiente scolastico.

6

AGIRE IN MODO AUTONOMO E RESPONSABILE

Assolvere gli obblighi scolastici Possedere autonomia e responsabilità

Assolve in modo regolare, responsabile e puntuale a tutti gli obblighi scolastici ed è sempre munito/a del materiale necessario. Possiede un ottimo grado di autonomia e un forte senso di responsabilità con piena consapevolezza del proprio ruolo.

10

Assolve in modo regolare e responsabile gli obblighi scolastici ed è solitamente munito/a del materiale necessario. Possiede un buon grado di autonomia e responsabilità.

9

Nella maggioranza dei casi rispetta le consegne ed è solitamente munito/a del materiale necessario. Possiede un discreto grado di autonomia e responsabilità.

8

Talvolta non rispetta le consegne e talvolta non è munito/a del materiale necessario. Possiede un livello di autonomia e responsabilità appena sufficienti.

7

Non rispetta le consegne. Spesso non svolge i compiti assegnati e spesso non è munito/a del materiale necessario. Possiede scarsa autonomia e poco responsabile.

6

CAPACITA’ DI COLLABORARE E DI LAVORARE IN GRUPPO

Interazione con il gruppo classe

Collabora alla vita scolastica interagendo molto positivamente e costruttivamente nel gruppo classe riuscendo a gestire con successo la conflittualità.

10

Collabora interagendo in modo positivo con la classe gestendo in modo costruttivo la conflittualità.

9

Collabora normalmente alla vita scolastica interagendo con correttezza con il gruppo classe gestendo in modo positivo la conflittualità.

8

Collabora con qualche difficoltà alle attività della classe e gestisce in modo poco positivo la conflittualità.

7

Crea problemi nell’interazione con gli altri componenti del gruppo classe non riuscendo a gestire la conflittualità.

6

REGOLARITA’ DELLA FREQUENZA, PUNTUALITA’ DELLE GIUSTIFICAZIONI

Assenze, Ritardi, Uscite anticipate

Frequenta in modo assiduo e puntuale le lezioni, dimostrando interesse per il lavoro disciplinare (assenze fino al 5% ).

10

Frequenta con regolarità le lezioni, dimostrando interesse per il lavoro disciplinare (assenze fino al 10% ).

9

Frequenta con regolarità le lezioni (assenze fino al 15% ).

8

Frequenta in modo non sempre costante, presenta diverse assenze in coincidenza di verifiche programmate (assenze fino al 20% ).

7

Si rende responsabile di ripetute assenze e di ritardi e presenta diverse assenze in coincidenza di verifiche programmate (assenze oltre il 20% ).

6

 

 

 

 Puntualità nella giustificazione delle assenze/ritardi

* non vanno considerate mancanze le assenze in deroga 

Rispetta gli orari e giustifica sempre regolarmente, con puntualità.

10

Rispetta gli orari e giustifica regolarmente.

9

Talvolta non rispetta gli orari e/o non giustifica nei tempi dovuti.

8

Si rende spesso responsabile di assenze e di ritardi e /o non giustifica nei tempi dovuti. E’ poco solerte a rientrare in classe dopo l’intervallo.

7

Si rende spesso responsabile di assenze non motivate. Non giustifica nei tempi dovuti. E’ spesso in ritardo anche dopo l’intervallo.

6

 

PUNTEGGIO OTTENUTO

VOTO DI CONDOTTA

60-59-58

10

57-56-55-54-53-52

9

51-50-49-48-47-46

8

45-44-43-42-41-40

7

39-38-37-36

6

 

VOTO DI CONDOTTA INSUFFICIENTE

Comportamento molto scorretto e/o violento nei rapporti con insegnanti, compagni o personale ATA, e/o mancato rispetto del Regolamento d’istituto, segnalati con provvedimenti disciplinari che hanno comportato la sospensione dalle lezioni per più di 15 giorni, ma non l’esclusione dallo scrutinio finale unitamente a generale disinteresse per le attività didattiche; numero elevato di assenze non giustificate.

5

 

Ultima modifica 13 gennaio 2020