Indicazioni per le lezioni in presenza - settembre 2021

Premessa

“La pandemia ha imposto grandi sacrifici in tanti ambiti. Ovunque gravi. Sottolineo quelli della scuola. Ne abbiamo registrato danni culturali e umani, sofferenze psicologiche diffuse che impongono di reagire con prontezza e con determinazione. Occorre tornare a una vita scolastica ordinata e colmare le lacune che si sono formate. Il regolare andamento del prossimo anno scolastico deve essere una priorità assoluta.

Gli insegnanti, le famiglie, tutti devono avvertire questa responsabilità, questo dovere, e corrispondervi con i loro comportamenti.

Auspico fortemente che prevalga il senso di comunità, un senso di responsabilità collettiva.

La libertà è condizione irrinunziabile ma chi limita oggi la nostra libertà è il virus non gli strumenti e le regole per sconfiggerlo.

Se la legge non dispone diversamente si può dire e pensare: “In casa mia il vaccino non entra”. Ma questo non si può dire per ambienti comuni, non si può dire per gli spazi condivisi, dove le altre persone hanno il diritto che nessuno vi porti un alto pericolo di contagio; perché preferiscono dire: “in casa mia non entra il virus”

Sergio Mattarella

 

Le presenti indicazioni sono redatte conformemente al Piano scuola 2021-2022 adottato con decreto 257 del 6 agosto 2021 e al Protocollo d’intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di COVID 19 – Atti del Ministro - prot. 21 del 14 agosto 2021.

La riapertura della scuola con le lezioni in presenza al 100% sono una necessità e non possono non essere l’obiettivo principale per quest’anno scolastico.

Il rientro di tutti può funzionare solo con la collaborazione di studenti, famiglie e personale della scuola. La situazione emergenziale sanitaria non è ancora finita.

Ciascuno può legittimamente avere una sua visione del problema Covid-19, ma la scuola può riaprire in sicurezza solo se ciascuno farà la sua parte e seguirà le regole che vengono proposte.

Se una regola non va bene può essere cambiata, ma finché c’è, va osservata, non rifiutata né ignorata.

L’obiettivo che l’Istituto De Pretto è chiaro: tutti a scuola sempre, in presenza ed in sicurezza.

2- Lezioni

2.1  Validità

Le presenti indicazioni diventano parte integrante del Piano Triennale dell’Offerta Formativa dell’Istituto De Pretto di Schio.

Sono approvate da consiglio di istituto ed adottate per l’anno scolastico 2021-22.

Il presente documento, egli eventuali aggiornamenti o modifiche, sono pubblicati nella home page del sito istituzionale e ivi resteranno durante tutto il periodo di validità.

2.2 Orario delle lezioni

Lunedì-Venerdì Tutte le classi

Entrata

08:00

 

 

1^ ora

08:05

09:00

0:55

2^ ora

09:00

09:50

0:50

Intervallo

09:50

10:00

0:10

3^ ora

10:00

10:50

0:50

4^ ora

10:50

11:40

0:50

Intervallo

11:40

11:50

0:10

5^ ora

11:50

12:40

0:50

6^ ora

12:40

13:35

0:55

Uscita

13:30

13:35

 

Martedì – triennio

Venerdì - classi prime

7^ ora

14:25

15:20

0:55

8^ ora

15:20

16:15

0:55

 

Venerdì - classi seconde

7^ ora

14:05

14:55

0:50

8^ ora

14:55

15:45

0:50

9^ ora

15:45

16:35

0:50

 

2.3 Ingresso studenti

Tutti gli studenti possono accedere alla scuola esclusivamente dall’ingresso individuato al punto 1.5 e solo dopo aver firmato, assieme ad un genitore o a chi esercita la potestà genitoriale, il PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ rivisto (versione 2020 o 2021).

In tale patto la famiglia si impegna ad informare tempestivamente la dirigenza della presenza o della insorgenza di qualsiasi sintomo compatibile con il COVID 19.

2.4 Ingresso personale

Il personale si impegna ad informare tempestivamente la dirigenza della presenza o della insorgenza di qualsiasi sintomo compatibile con il COVID 19.

Il personale si impegna a mantenere, in caso di contemporaneità nell’ingresso, una distanza di almeno 1 metro prima, durante e dopo l’operazione di timbratura o di raccolta di materiale nei cassetti.

2.5Esibizione della certificazione verde COVID 19

Al riguardo si demanda a quanto stabilito dal D.L. 111/2021 e successive modificazioni, e alle disposizioni attuative del MI.

2.6 Entrata

L’entrata al mattino è permessa solo dopo le 7.50, in quanto è previsto un tempo limite di 15 minuti per la sosta breve degli allievi all’interno dell’edificio scolastico prima dell’inizio delle lezioni.

Per garantire il corretto distanziamento minimo richiesto, per ogni aula è individuato il percorso di accesso a cui gli studenti si atterranno.

  • Aule piano terra lato nord e sud: si accede dalle porte a piano terra
  • Aule piano terra blocco centrale, laboratori piano terra blocco centrale: si accede dalla porta principale
  • Aule primo piano: si accede dalla porta principale
  • Aule secondo piano: si accede dalle scale antincendio raggiungibili dai parcheggi nord e sud.
  • Zona Laboratori: si accede dai parcheggi nord e sud esclusivamente dagli accessi dei laboratori e non dell’edificio principale.

Si veda l’allegato I.

Nel caso di file in entrata o in uscita dall’edificio scolastico gli studenti osserveranno le norme sul distanziamento sociale che prevedono la distanza interpersonale di 1 m.

Il personale A.T.A. sorveglierà gli studenti fino a 5 minuti prima l’inizio delle lezioni, quindi la sorveglianza è a carico dei docenti come da art. 29 del CCNL vigente.

2.7 Uscita

Per l’uscita dalle aule gli studenti utilizzano gli stessi percorsi individuati per l’entrata.

Al suono dell’ultima campanella gli studenti devono ordinatamente lasciare l’edificio attraverso i percorsi individuati. Non è permessa la sosta in atrio o nei corridoi. Per evitare assembramenti in uscita gli studenti manterranno il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro.

2.8 Intervalli

Al cambio dell’ora gli studenti attenderanno il docente senza alzarsi dal proprio posto.

Come regola generale la ricreazione deve essere effettuata in spazi esterni all’edificio. Ogni classe si recherà nel luogo individuato dall’allegato II.

In caso di condizioni metereologiche avverse si utilizzeranno le aule; per quanto possibile dovranno essere aperte le finestre di ciascuna aula per favorire il necessario ricambio dell’aria.

La sorveglianza durante gli intervalli è delegata al docente o ai docenti a cui è affidata la classe nell’ora precedente l’intervallo.

2.9 Pausa pranzo

In assenza di autorizzazione gli studenti devono lasciare l’edificio scolastico.

Nella pausa pranzo gli studenti che avranno chiesto ed ottenuto l’autorizzazione potranno sostare esclusivamente nello spazio individuato (aula magna o area “ping-pong”).

Le famiglie che lo desiderano possono chiedere al dirigente scolastico l’autorizzazione a permanere nell’edificio in pausa pranzo, a condizione che lo studente sia fornito di Certificazione verde Covid-19 valida ed attiva.

Nel caso di domande che superino la disponibilità di spazi sarà data la precedenza agli studenti che abitano a maggiore distanza dalla scuola; in caso di parità di questa condizione, saranno favoriti gli studenti più giovani di età.

2.10 Utilizzo mascherine

Le mascherine vanno indossate in tutti i locali dell'istituto. Possono essere abbassate solo per il tempo strettamente necessario all’assunzione di cibi o bevande, e alla distanza di 2 metri dalle altre persone.

Per gli studenti, come da indicazione del CTS e dell’accordo ministero - parti sociali, si stabilisce quale dispositivo di protezione respiratoria la mascherina di tipo chirurgico.

Per il personale della scuola il dispositivo di protezione delle vie respiratorie da adottarsi è la mascherina chirurgica o altro dispositivo previsto dal datore di lavoro sulla base della valutazione del rischio (si richiamano in proposito i commi 4 e 4- bis dell'articolo 58 del decreto legge n. 73/2021 convertito in legge n. 106/2021).

È fatto esplicito divieto a chiunque di usare mascherine tipo FFP2 e FFP3 con valvola.

Si ricorda che è vietato l’uso promiscuo di mascherine, nonché il loro riutilizzo se dismesse il giorno precedente.

2.11 Spazi comuni – distributori

Gli spazi comuni (corridoi, atri) sono utilizzabili solo per gli spostamenti necessari o quando non è possibile la ricreazione all’esterno.

Non è possibile sostare di fronte ai distributori automatici di cibi e bevande se non per il tempo necessario per l’erogazione del prodotto per evitare assembramento o il mancato rispetto del distanziamento fisico.

2.12 Posizionamento dei banchi nelle aule 

La disposizione dei banchi all’interno delle aule è realizzata in ottemperanza delle indicazioni del CTS e del Piano Scuola 2021-2022 del Ministero dell’Istruzione che impongono il distanziamento di almeno 1 m tra gli allievi e di almeno 2 m tra l’insegnante e i banchi più prossimi alla cattedra; inoltre il D. Lgs. 81/2008 prevede corridoi tra le colonne dei banchi per agevolare l’uscita in sicurezza in caso d’emergenza e distanziamento dei banchi dalle finestre che si aprono verso l’interno, soprattutto se a bandiera.

Sul pavimento di ogni aula sono presenti delle strisce che indicano il corretto posizionamento dei banchi. La disposizione dei banchi dovrà rimanere inalterata per tutta la durata delle attività svolte all’interno dell’aula.

2.13 Utilizzo delle Aule 

Ogni aula riporta indicazioni sulla classe a cui è assegnata, il percorso per l'ingresso e per l'uscita e l'area dedicata alla ricreazione oltre al numero massimo di persone che essa può contenere.

Le finestre vanno aperte in base alle condizioni climatiche. È necessario che sia lasciata aperta almeno una finestra a ribalta. In ogni caso il docente che lascia l’aula prima della ricreazione assicura l’apertura delle finestre.

L’apertura delle finestre è comunque condizionata dalle condizioni meteorologiche. Se non è possibile lasciare aperte le finestre deve essere aperta la porta dell’aula.

È raccomandata la disinfezione frequente delle mani con prodotti a base alcolica; a tal fine ogni aula è dotata di dispenser.

Per rispetto del distanziamento è preferibile che le interrogazioni coinvolgano studenti seduti al loro posto; alla lavagna / LIM può in ogni caso accedere un solo studente per volta, con l’obbligo di disinfezione delle mani prima e dopo l’accesso.

2.14 Utilizzo dei laboratori

Ogni laboratorio riporta all’esterno il numero massimo di persone che esso può contenere, comprensivo di studenti e docenti. Nel caso in cui gli studenti più i docenti superassero il numero previsto le lezioni si svolgeranno con la suddivisione della classe in due gruppi omogenei di numero, utilizzando la compresenza, con metà classe in laboratorio e l’altra metà in aula. La lezione successiva i due gruppi della classe turneranno tra loro.

Nel caso in cui un’attività comporti la necessità della presenza anche del tecnico di laboratorio in affiancamento dell’ITP il docente presenterà richiesta al dirigente che valuterà l’affiancamento del tecnico per la durata dell’attività.

Sul pavimento possono essere presenti delle strisce per garantire la distanza interpersonale tra gli studenti. Non è lecito spostarsi o spostare attrezzature in modo contrario alle indicazioni.

Zaini e borse vanno riposti necessariamente in posto individuato in modo da non mettere a repentaglio la sicurezza e la fruibilità del laboratorio.

Il responsabile di ciascun laboratorio integrerà il presente regolamento con le specifiche tecniche che si rendessero necessarie.

È raccomandata la disinfezione periodica delle mani con i prodotti previsti di cui ogni laboratorio è dotato.

In tutte le attività scolastiche di laboratorio gli studenti provvederanno autonomamente al riassetto della postazione di lavoro, al netto delle operazioni complesse di competenza del personale tecnico.

Il personale tecnico vigilerà sul rispetto del distanziamento tra gli studenti e sull’uso delle mascherine da parte degli stessi e si occuperà della disinfezione periodica delle attrezzature di laboratorio di uso promiscuo.

2.15 Utilizzo della palestra e degli spogliatoi – lezioni di scienze motorie

La palestra può essere usata da non oltre due classi contemporaneamente.

Gli spogliatoi interni alla palestra possono essere usati da una sola classe. I ragazzi dell’altra classe utilizzeranno l’apposito spazio ricavato dal corridoio nord della zona laboratori. Le ragazze delle due classi condivideranno lo spogliatoio.

Le lezioni di scienze motorie sono tenute all’esterno se la situazione climatica lo permette; la palestra sarà utilizzata, di norma, solo se non sono possibili lezioni all’aperto.

Le lezioni di scienze motorie, nell’impossibilità di utilizzare spazi esterni o la palestra, sono tenute in aula con contenuti teorici.

Nel programmare eventuali giochi di squadra o sport di gruppo si fa riferimento ai protocolli predisposti dalle singole Federazioni.

Per le attività di educazione fisica è sufficiente garantire un distanziamento interpersonale tra gli allievi di almeno 2 m ed altrettanto tra gli allievi e il docente, privilegiando le attività fisiche sportive individuali che lo permettono.

Il personale addetto alla pulizia e disinfezione della palestra annoterà ogni operazione di pulizia o disinfezione nell’apposito registro. A tale obbligo sono soggetti tutti gli utilizzatori anche esterni della palestra. Chiunque rilevasse una mancata disinfezione è obbligato ad avvisare immediatamente la dirigenza.

Per quanto riguarda le attività didattiche di educazione fisica/scienze motorie e sportive all'aperto, il CTS non prevede in zona bianca l'uso di dispositivi di protezione da parte degli studenti, salvo il distanziamento interpersonale di almeno due metri. Per le stesse attività da svolgere al chiuso, è raccomandata l'adeguata aerazione dei locali.

Per lo svolgimento dell'attività motoria sportiva nelle palestre scolastiche, il CTS distingue in base al "colore" con cui vengono identificati i territori in relazione alla diffusione del contagio. In particolare, nelle zone bianche, le attività di squadra sono possibili ma, specialmente al chiuso, dovranno essere privilegiate le attività individuali. In zona gialla e arancione, si raccomanda lo svolgimento di attività unicamente di tipo individuale.

2.16 Sostegno

L'insegnante di sostegno (oppure l’OSS) deve essere distante almeno 2 m dagli allievi (escluso quello di cui si occupa), mentre deve restare distante almeno 1 m da altri docenti presenti in aula.

Si ricorda che non sono soggetti all'obbligo di utilizzo della mascherina gli studenti con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina. Per l’assistenza di studenti con disabilità certificata, non essendo sempre possibile garantire il distanziamento fisico dallo studente, potrà essere previsto per il personale l’utilizzo di ulteriori dispositivi. Nello specifico in questi casi il lavoratore potrà usare, unitamente alla mascherina chirurgica, fatto salvo i casi sopra menzionati, dispositivi di protezione per occhi, viso e mucose.

2.17 Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento

L’istituzione scolastica, secondo procedure e modalità che sono oramai consolidate, procederà a verificare, attraverso l'interlocuzione con i soggetti partner in convenzione o convenzionandi, che nelle strutture ospitanti gli spazi adibiti alle attività degli studenti in PCTO siano conformi alle prescrizioni generali e specifiche degli organismi di settore e consentano il rispetto di tutte le disposizioni sanitarie previste

2.18 Viaggi e visite

Come previsto dal CTS, nei territori in zona bianca sarà possibile effettuare uscite didattiche e viaggi di istruzione, purché si permanga in aree del medesimo colore bianco. Lo svolgimento di dette attività sarà effettuato curando lo scrupoloso rispetto delle norme e dei protocolli che disciplinano gli specifici settori (es. visite ai musei, ingresso ai cinema e ai teatri, uso dei mezzi di trasporto, ecc...), nonché di quelle sanitarie usuali.

2.19 Uso di materiale sanificante

È vietato l’uso di disinfettante per le mani o per l'igienizzazione delle superfici su strumenti elettronici (tastiere, LIM). Tale uso improprio può generare effetti di corrosione e quindi di malfunzionamento dello strumento.

Il disinfettante per le mani può essere usato esclusivamente per le mani; il disinfettante spray per le superfici può essere usato solo sulle superfici piane (tavoli, cattedre, banchi) di legno, formica, ecc. e non su strumenti elettronici.

Per l'utilizzo delle LIM sono previste penne; l'uso delle dita non è permesso per motivi igienici.

3     Vita della scuola

3.1 Utilizzo dei locali della scuola da parte di enti o società esterni

I locali della scuola possono essere concessi ad altri enti (pubblici o privati) a seguito del parere positivo della Provincia di Vicenza, e fintantoché la scuola sarà inserita in zona bianca; inoltre è necessaria la sottoscrizione di un’apposita convenzione tra tutte le parti interessate (scuole, Ente locale e società sportive o altri soggetti), che regolamenti i seguenti aspetti:

  1. gli orari d’accesso all’impianto, che garantiscano di evitarne l’uso contemporaneo;
  2. l’utilizzo delle attrezzature e degli eventuali materiali ginnici;
  3. l’utilizzo di spogliatoi, servizi igienici e magazzini;
  4. i tempi, i modi e le competenze della pulizia e disinfezione di tutti gli ambienti dell’impianto utilizzati;
  5. la compilazione del registro che certifica l’avvenuta pulizia e disinfezione;
  6. la gestione dei controlli periodici sulle attrezzature fisse, finalizzati a riscontare eventuali difetti o rotture che ne possono compromettere l’uso in sicurezza;

L’ente o la società esterna utilizzatrice potrà utilizzare esclusivamente i locali concessi, accedendovi attraverso le vie di accesso concordate.

L’ente o la società esterna dovrà garantire il non sovraffollamento degli spazi, rispettando la capienza massima esposta. La violazione di tale obbligo può portare alla risoluzione della concessione.

L’ente o la società esterna deve in ogni caso farsi carico della pulizia e della disinfezione dei locali impiegati, entrambe da effettuarsi immediatamente al termine dell’utilizzo. Chiunque rilevasse una mancata disinfezione è tenuto ad avvisare immediatamente la dirigenza.

3.2 Gestione degli oggetti personali

La scuola garantirà una pulizia e una disinfezione efficaci e realizzabili in tempi ragionevoli delle superfici e degli oggetti toccati frequentemente da diverse persone, non di uso personale. Gli zaini, essendo oggetti personali, possano essere gestiti come di consueto.

Per non intralciare o occupare le vie di fuga ciascuno studente riporrà zaini e borse sotto la propria sedia.

Gli allievi non possono lasciare in aula, al termine delle lezioni, materiali personali, specie se in tessuto (borse, sacche, camici, ecc.), anche per facilitare le successive operazioni di pulizia e disinfezione degli ambienti.

Il materiale abbandonato è ritirato dal personale, e potrà essere riconsegnato solo ai genitori. Il ripetuto abbandono di materiale è mancanza disciplinare.

3.3 Aula magna

L’aula magna riporta all’esterno il numero massimo di persone che possono accedervi. In ogni caso è possibile adoperare solo le sedie indicate come utilizzabili.

3.4 Sala insegnanti - Biblioteca

La sala insegnanti può essere regolarmente utilizzata, ma nel rispetto del principio del distanziamento fisico di almeno 1 m tra tutte le persone che la occupano.

All’interno della sala insegnanti sono presenti postazioni con PC ed accesso ad Internet più un numero fisso di sedie.

I docenti possono usare la biblioteca per attività individuali svolte in silenzio. Il numero massimo di persone ammesse è esposto all’esterno.

Resta confermata anche per la sala insegnanti e la biblioteca l’applicazione delle altre misure di prevenzione del rischio di contagio da COVID-19, vale a dire l’utilizzo della mascherina chirurgica, l’arieggiamento frequente dell’ambiente e la sanificazione delle mani tramite dispenser.

Per evitare inutili assembramenti in entrata / uscita i cassetti dei docenti sono posti nel corridoio prospiciente la sala insegnanti.

È fatto divieto agli studenti utilizzare il corridoio prospiciente le segreterie per passare da una zona ad un’altra della scuola.

3.5 Spazio per lo “studio individuale degli studenti”

Come spazio studio individuale è individuata la zona prospiciente l’Aula magna. Il numero massimo di studenti ammessi è indicato dalle sedie presenti. Gli studenti possono sostare solo seduti.

In questo spazio sono possibili solo attività che permettano lo studio individuale in silenzio. È possibile utilizzare device personali per attività di studio, purché in modalità silenziosa.

È obbligo rispettare le distanze interpersonali.

I docenti non possono usufruire di questo spazio, ma devono utilizzare aula magna e biblioteca.

3.6 Indicazioni comuni

È obbligo rispettare e far rispettare la collocazione di banchi e sedie. Il docente che rilevasse il mancato rispetto delle distanze tra i banchi o tra le sedie invita gli studenti al ripristino degli spazi. In caso di ulteriore mancanza il docente ha l’obbligo di avvisare immediatamente la dirigenza, anche tramite il personale ATA.

Gli studenti e il personale possono spostarsi dalla posizione fissa, muoversi tra i banchi o le postazioni di lavoro solo se indossano la mascherina chirurgica e toccare le superfici comuni solo se prima si sono disinfettati le mani.

La visiera rappresenta una valida protezione per “occhi, viso e mucose”, per cui la scelta opzionale di indossarla sarà avallata dal Dirigente Scolastico, che ne riporterà la facoltà nel Protocollo COVID-19 della scuola. Se ne consiglia comunque l’impiego per il personale che convive con persone definite “fragili”.

3.7 Lavaggio e disinfezione delle mani

Studenti e tutto il personale della scuola devono lavarsi le mani con acqua e sapone oppure disinfettarle:

  • prima di consumare pasti o spuntini;
  • prima e dopo aver utilizzato i servizi igienici;
  • prima di utilizzare strumenti o attrezzature di uso promiscuo;
  • prima di accedere ai distributori automatici di bevande o al bar interno.

3.8 Assemblee studentesche – assemblee dei genitori

Le assemblee di classe sono possibili in presenza, nel limite massimo di due unità orarie mensili, previa presentazione di domanda alla dirigenza almeno 5 giorni prima della data dell’assemblea, con la firma dei rappresentanti di classe e del docente dell’ora interessata. Non è possibile effettuare le assemblee utilizzando ripetutamente ore della stessa disciplina.

Le assemblee d’istituto sono possibili solo se l’organizzazione, predisposta dal comitato studentesco e approvata dalla dirigenza, rispetti tutte le limitazioni sulle norme sanitarie (uso di mascherine, sanificazione, …), sugli spazi e sul distanziamento in essere al momento della richiesta. Tale richiesta va presentata almeno una settimana prima della data dell’assemblea allegando il programma dettagliato delle attività.

Le assemblee dei genitori possono svolgersi nei locali dell’istituto con richiesta scritta al dirigente indicante la data e l'orario di svolgimento. Deve essere garantito il rispetto di tutte le limitazioni sulle norme sanitarie (uso di mascherine, sanificazione, …), sugli spazi e sul distanziamento in essere al momento della richiesta.

3.9 Servizi igienici

I servizi igienici sono punti di particolare attenzione; per garantire le doverose misure di disinfezione, quotidianamente e ripetutamente saranno pulite tutte le superfici che possono essere toccate (compresa la rubinetteria).

Per evitare assembramenti all’interno dei servizi può accedervi solo chi utilizza i servizi o i lavandini, evitando quindi la sosta inoperosa all’interno.

Le finestre devono rimanere sempre aperte.

Nei servizi igienici sono presenti dispenser di soluzione alcolica però si raccomanda prioritariamente il lavaggio delle mani con sapone.

Lo studente che non rispettasse le precedenti indicazioni sarà allontanato immediatamente da scuola per l’intera giornata.

3.10 Ingresso persone esterne alla scuola

Ogni persona esterna alla popolazione scolastica e al personale potrà accedere alla scuola esclusivamente dall’ingresso principale, compilando il registro con le proprie generalità. La permanenza a scuola dovrà essere limitata allo stretto necessario.

Inoltre dovrà produrre un’autodichiarazione, disponibile in portineria, attestante:

  • l'assenza di sintomatologia respiratoria o di febbre superiore a 37.5°C anche nei tre giorni precedenti;
  • di non essere stato in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • di non essere stato a contatto con persone positive, per quanto di loro conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

Le persone esterne dovranno rispettare le regole generali di prevenzione dal contagio, incluso l’uso della mascherina durante tutta la permanenza all’interno della struttura.

All'ingresso della scuola non si procederà a rilevazione della temperatura-corporea.

L’accesso alle segreterie dovrà essere limitato ai casi strettamente necessari; gli studenti maggiorenni non possono accedere accompagnati, quelli minori possono essere accedere accompagnati da un solo genitore.

3.11 Criteri di concessione in comodato d’uso delle dotazioni strumentali

L’accesso al servizio di concessione in comodato d’uso è aperto a tutti gli studenti che richiedono il servizio per la particolare situazione economica della famiglia. La scuola si riserva di chiedere copia della dichiarazione ISEE, o una autocertificazione della stessa, sul livello di reddito familiare, per predisporre una graduatoria per il diritto di accesso al servizio, nel caso di numero di domande superiori alle disponibilità.

Per poter accedere al servizio è necessario che lo studente abbia restituito beni di proprietà della scuola nei tempi richiesti.

I beni in comodato d’uso vanno restituiti entro la data stabilita dalla scuola e in buone condizioni. Eventuali danni vanno integralmente risarciti dall’utilizzatore.

3.12 Comunicazioni scuola famiglia

Per le comunicazioni con gli studenti l’Istituto utilizza il registro elettronico, la mail istituzionale e il sito di istituto. Gli studenti sono invitati a controllare almeno giornalmente registro elettronico e mail.

Per le comunicazioni con le famiglie l’Istituto utilizza il registro elettronico e il sito di istituto.

I colloqui tra docenti e genitori avvengono ordinariamente mediante richiesta tramite registro e colloquio utilizzando delle “stanze virtuali”. Non sono previsti ricevimenti collegiali in presenza.

Colloqui in presenza a scuola sono possibili o su iniziativa della scuola, o su richiesta motivata dei genitori e approvata dalla dirigenza.

3.13 Diritto alla disconnessione

Tutto il personale controllerà giornalmente la mail istituzionale e il sito di istituto. Gli studenti sono invitati a controllare almeno giornalmente registro elettronico e mail.

La perdita o la dimenticanza delle credenziali da parte degli studenti è mancanza grave che potrà essere sanzionata.

In ogni caso il personale e gli studenti si asterranno dall’invio di mail non private dalle ore 19.00 alle ore 7.00 del mattino seguente, e dalle ore 19.00 del venerdì alle ore 7.00 del lunedì e in tutti i giorni festivi; in tali periodi nessuno può essere obbligato alla lettura di mail.

Sono escluse dal presente punto le comunicazioni a carattere di eccezionalità ed urgenza.

3.14 Conservazione di documenti

L’Animatore e il Team digitale garantiscono il necessario supporto alla realizzazione delle attività digitali della scuola, attraverso collaborazione rivolta ai docenti meno esperti e la creazione e/o la guida all’uso di spazi in cloud, per la raccolta degli elaborati degli studenti, dei verbali delle riunioni degli organi collegiali in modo da garantire la corretta conservazione degli atti amministrativi e dei prodotti stessi della didattica.

L’istituto favorisce la creazione di contenitori digitali scolastici, che siano esplicitamente dedicati alla conservazione di attività o video-lezioni, che costituiranno strumenti utile non solo per la conservazione, ma anche per la ulteriore fruibilità nel tempo di quanto prodotto dai docenti stessi, anche in modalità asincrona.

3.15 Supporto psicologico

Il periodo prolungato di isolamento dalla vita sociale, di lontananza dalla scuola, dagli amici e dalle attività sportive, può aver creato nei nostri adolescenti ansia, fragilità, apprensione, difficoltà di concentrazione, situazione di isolamento vissuta.

Pertanto l’ITIS DE Pretto garantisce:

  1. a) il rafforzamento degli spazi di condivisione e di alleanza tra Scuola e Famiglia, anche a distanza;
  2. b) il ricorso ad azioni di supporto psicologico e pedagogico-educativo in grado di gestire sportelli di ascolto e di coadiuvare le attività del personale scolastico nella applicazione di metodologie didattiche innovative (in presenza e a distanza) e nella gestione degli alunni con disabilità e di quelli con DSA o con disturbi evolutivi specifici o altri bisogni educativi speciali, per i quali non sono previsti insegnanti specializzati di sostegno.

Per questo motivo l’Istituto si è attivato per fornire un supporto psicologico sia in presenza che a distanza agli studenti; il servizio è contattabile all’indirizzo: psicologo@depretto.edu.it.

3.16 Sanzioni

Nel caso di ripetuta violazione delle indicazioni relative alla sicurezza a scuola (spostamento di banchi e sedie, mancato rispetto della distanza interpersonale, mancato uso della mascherina quando previsto, ...) lo studente è allontanato dalla comunità scolastica per l’intera giornata. Se minore sarà posto in luogo isolato fino all’arrivo di un genitore o fino al termine delle lezioni. Se maggiorenne dovrà abbandonare immediatamente l’edificio.

Il fatto verrà annotato nel registro elettronico, fatta salva la possibilità di procedere con sanzioni disciplinari.

Nel caso fosse accertata l’intenzionale presenza a scuola con la presenza di sintomi COVID-19 compatibili o in violazione dell’obbligo di isolamento fiduciario, lo studente verrà sanzionato come previsto dal regolamento di istituto, sezione “Regolamento dei comportamenti durante l’emergenza sanitaria”.

3.17 Commissione di controllo

Al fine di monitorare l’applicazione delle misure descritte, è costituita una commissione di controllo composta dal dirigente, dai suoi collaboratori, dall’RSPP e dal Direttore S.G.A. Se necessario può essere invitato il medico competente. La commissione è presieduta dal dirigente scolastico.

La commissione si riunisce su iniziativa di uno dei suoi membri.

4     Indicazioni relative alla situazione sanitaria

4.1 Gestione delle emergenze (anche relative a sintomi COVID-19)

Nel caso una persona accusi sintomi compatibili con il COVID-19 durante la sua permanenza a scuola si forniscono le indicazioni che seguono.

Primo soccorso

  • l’incaricato non deve effettuare la manovra “Guardare-Ascoltare- Sentire” (GAS);
  • nel caso sia necessaria la rianimazione, l’incaricato deve effettuare le compressioni toraciche ma non la ventilazione;
  • prima di qualsiasi intervento, anche banale, l’incaricato deve indossare una mascherina FFP2 o FFP3 senza valvola e guanti in lattice monouso (l’uso della visiera, oltre alla mascherina, è raccomandabile se l’infortunato è privo di mascherina);
  • per l’eventuale misurazione della temperatura corporea della persona infortunata o colpita da malore si utilizzerà un termoscanner;
  • se una persona accusa sintomi compatibili con il COVID-19 va isolato nel locale adiacente l’atrio di ingresso.

Si ricorda infine che, nel caso di presenza a scuola di una persona con sospetto o conferma di contagio da COVID-19, la pulizia e la disinfezione devono essere effettuate secondo quanto indicato nella Circolare MS del 22/02/2020 ed i rifiuti prodotti da tali attività, come gli stracci e i DPI monouso impiegati, devono essere raccolti separatamente, trattati ed eliminati come materiale potenzialmente infetto, categoria B (UN 3291).

Antincendio

Nell’ambito della prevenzione incendi, fino al termine dell’emergenza possono essere effettuati regolarmente i controlli periodici in capo al personale interno, previsti dal Piano antincendio della scuola.

Evacuazione

Nel caso si renda necessario evacuare una sede scolastica, fermo restando quanto previsto dal Piano d’evacuazione, tutte le persone presenti dovranno uscire dall’edificio indossando la mascherina e mantenendo la distanza di almeno 1 metro da ogni altra persona, sia lungo i percorsi d’esodo interni che esterni, nonché al punto di ritrovo.

Si ricorda inoltre che il personale scolastico addetto alle emergenze può svolgere regolarmente il proprio ruolo, anche nel caso in cui non abbia assolto agli obblighi di aggiornamento periodico previsti dalla normativa vigente (ad es. incaricati di PS e addetti antincendio, ai sensi del D.Lgs. 81/2008, art. 43 – 46).

Per qualsiasi altra informazione fare riferimento al Protocollo di Intesa del 14 agosto 2021, punto 10.

4.2 Referente scolastico per COVID-19

La scuola ha identificato due referenti (Referenti scolastici per COVID-19) che svolgono il ruolo di interfaccia con il dipartimento di prevenzione.

4.3 Sintomi compatibili con il COVID-19

In caso di sintomi indicativi di infezione acuta delle vie respiratorie di personale o studenti, occorre attivare immediatamente la specifica procedura: il soggetto interessato dovrà essere invitato a raggiungere la propria abitazione e si dovrà attivare la procedura di segnalazione e contact tracing da parte della ASL competente.

La precondizione per la presenza a scuola di studenti e di tutto il personale a vario titolo operante è:

  • l’assenza di sintomatologia respiratoria e di temperatura corporea superiore a 37.5°C anche nei tre giorni precedenti;
  • non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • non essere stati a contatto con persone positive, per quanto di propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

Chiunque presenti una delle suddette condizioni dovrà restare a casa. La temperatura va misurata a casa perché uno studente con febbre che salga sull’autobus o stia in fila insieme ad altri ragazzi davanti alla scuola è un rischio per l’intera comunità.

Non si prevede, all’ingresso della scuola, la rilevazione della temperatura corporea.

Chiunque presenti la temperatura corporea superiore a 37.5°C dovrà restare a casa.

Il mancato rispetto della precedente indicazione comporta l’isolamento dello studente nell’ambiente dedicato (infermeria) con avviso all’autorità sanitaria e chiamata dei genitori.

Tutto il personale esterno all’istituzione scolastica deve dichiarare, al suo ingresso a scuola, la mancanza dei sintomi indicati.

4.4 Gestione di uno studente sintomatico all’interno dell’istituto scolastico

Nel caso in cui uno studente presente nella scuola sviluppi febbre e/o sintomi di infezione respiratoria quali la tosse, si dovrà procedere al suo isolamento nell’apposita stanza individuata adiacente all’atrio. Il docente avviserà il referente scolastico per il Covid-19, che avrà cura di far indossare la mascherina chirurgica allo studente e si assicurerà che lo studente resti in compagnia di un adulto, con mascherina di protezione. Il referente avviserà immediatamente la famiglia, che si farà carico di riportare lo studente a casa e avvisare subito il medico o il pediatra di famiglia. La stanza verrà pulita e saranno disinfettate le superfici dopo che lo studente sintomatico è tornato a casa.

Successivamente si seguiranno le indicazioni del Servizio Protezione dell’AULSS, anche per il rientro a scuola.

Nel caso in cui un’intera classe venga posta in quarantena si attiva la didattica a distanza.

4.5 Rientro a scuola di chi è risultato positivo all’infezione da COVID-19

Il rientro a scuola del personale e degli studenti già risultati positivi all’infezione da COVID-19, certificato dall’autorità sanitaria, deve essere preceduto da una preventiva comunicazione avente ad oggetto la certificazione medica da cui risulti la “avvenuta negativizzazione” del tampone secondo le modalità previste e rilasciata dal dipartimento di prevenzione territoriale di competenza.

4.6 Formazione, informazione e comunicazione per operatori scolastici

Una campagna di comunicazione efficace sulle misure di prevenzione assume un ruolo molto importante per potere mitigare gli effetti di eventuali focolai estesi in ambito scolastico.

L’istituto si attiva per garantire la formazione e l’informazione necessaria sia agli operatori scolastici che a studenti e genitori.

4.7 Disposizioni relative a pulizia e igienizzazione di luoghi e attrezzature

L’istituto assicura la pulizia giornaliera e l’igienizzazione periodica di tutti gli ambienti. Verrà prestata particolare attenzione a:

  • gli ambienti di lavoro e le aule;
  • le palestre;
  • le aree comuni;
  • i servizi igienici e gli spogliatoi;
  • le attrezzature e postazioni di lavoro o laboratorio ad uso promiscuo;
  • le superfici comuni ad alta frequenza di contatto (es. pulsantiere, passamano).

L’attività di igienizzazione dei luoghi e delle attrezzature dovrà essere effettuata almeno giornalmente ed a necessità, in caso di presenza di persona con sintomi o confermata positività al virus.

L’istituzione scolastica:

  • assicura quotidianamente le operazioni di pulizia previste;
  • garantisce la adeguata aerazione di tutti i locali, mantenendo costantemente aperti gli infissi esterni dei servizi igienici.
  • garantisce la pulizia dei servizi igienici almeno due volte al giorno, eventualmente anche con immissione di liquidi a potere virucida negli scarichi fognari delle toilette.

4.8 Smaltimento mascherine, fazzoletti e guanti monouso

Mascherine, fazzoletti e guanti monouso sono assimilati ai rifiuti urbani indifferenziati e saranno smaltiti come tali secondo le indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità.

Vanno inseriti nei contenitori della raccolta per il rifiuto secco (contenitori di colore grigio) e NON in contenitori non dedicati a questo scopo, quali, per esempio, cestini a servizio di scrivanie, presenti lungo corridoi, nei servizi igienici.

Questi garantiscono un’adeguata aerazione per prevenire la formazione di potenziali condense e conseguente potenziale sviluppo di microrganismi.

Il prelievo del sacco di plastica contenente i rifiuti in oggetto dovrà avvenire solo dopo chiusura dello stesso e ad opera di personale addetto che, prima della chiusura del sacco, provvederà al trattamento dell’interno del sacco mediante spruzzatura manuale (es. 3-4 erogazioni) di idonei prodotti sanificanti.

 

Approvato dal Consiglio di Istituto in data 31 agosto 2021

Allegati
Disposizione aule dal 1392021.pdf
Patto di corresponsabilità.pdf
all I.pdf
all II.pdf

Ultima modifica il 03-09-2021